Conegliano, uccide la fidanzata incinta e la getta in un fossato

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Irina Bakal e Mihail Savciuc
Irina Bakal e Mihail Savciuc

CONEGLIANO (TREVISO) – Avrebbe ucciso la fidanzata 21enne incinta, Irina Bakal, al culmine di un litigio gettandone il corpo in un fossato. Gli investigatori hanno sottoposto a fermo il presunto omicida, Mihail Savciuc, 19enne.

Entrambi sono di origine moldava. La scoperta del cadavere è stata fatta in località Manzana, a Conegliano (Treviso) dopo che il ragazzo ha accompagnato gli investigatori sul posto.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Sul luogo del ritrovamento la Scientifica che ha effettuato i rilievi del caso. Dai primi rilievi, la giovane sarebbe stata assassinata a colpi di pietra in testa o con un corpo contundente.

Le indagini erano iniziate con la scomparsa da casa della ragazza, alcuni giorni fa. Secondo quanto si è appreso, il presunto omicida avrebbe confessato alle forze dell’ordine la sua responsabilità affermando che la morte della fidanzata sarebbe avvenuta durante una lite, poi degenerata.

Non è chiaro il motivo del diverbio. Da quanto trapela, Irina Bakal era incinta al sesto mese e il giovane, con cui si era lasciato, le avrebbe chiesto di abortire trovandola però nettamente contraria.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM