Omicidio D’Elisa, condannato a 30 anni Fabio Di Lello

Carlomagno campagna novembre 2018
Roberta Smargiassi con il Fabio Di Lello. A destra Italo D'Elisa, il ragazzo ucciso dal panettiere per vendicare la moglie
Roberta Smargiassi con il Fabio Di Lello. A destra Italo D’Elisa, il ragazzo ucciso dal panettiere per vendicare la moglie

E’ stato condannato a 30 anni di reclusione Fabio Di Lello, il panettiere 34enne che a Vasto ha ucciso due mesi fa Italo D’Elisa, il giovane ventiduenne che a luglio 2016 investì e uccise la moglie di Di Lello, Roberta Smargiassi.

La Corte d’Assise a Lanciano ha inflitto una pena durissima e a tempi di record nei confronti dell’uomo che mercoledì 1 febbraio 2017, nel pomeriggio, ha atteso il giovane all’uscita di un bar di Vasto e lo ha freddato con tre colpi di pistola calibro 9. Poi si è costituito ai carabinieri.

Fabio Di Lello, non avrebbe sopportato i tempi lenti della giustizia e ha agito per farsela da sola, giustiziando Italo D’Elisa che sette mesi prima gli aveva ammazzato la compagna della sua vita. D’Elisa era stato rinviato a giudizio lo scorso dicembre con l’accusa di omicidio stradale, in merito all’investimento mortale della donna.