2 Marzo 2024

Padova, a sedici anni uccide il padre con una fucilata

Correlati

Enrico Boggian
Enrico Boggian (Fb)

PADOVA – Un imprenditore di 52 anni, Enrico Boggian, è stato trovato morto nel padovano con con vistose ferite alla testa procurate da una fucilata. Il fatto è successo venerdì pomeriggio a Salvazzano Dentro. L’uomo è stato rinvenuto senza vita sul divano di casa.

Sul posto sono arrivati i carabinieri del nucleo investigativo allertati da uno dei figli. Gli investigatori nel corso delle indagini hanno ascoltato il figlio 16enne e, da quanto è trapelato sarebbero emerse alcune incongruenze nel suo racconto. Per questa ragione sabato mattina è stato arrestato per omicidio.

Il 16enne avrebbe raccontato agli investigatori che era partito un colpo per sbaglio mentre maneggiava il fucile nel tentativo di fare uno scherzo al genitore. In un primo momento si era parlato di una rapina finita male ma in casa di Enrico Boggian non era sparito nulla.

L’arma usata è un fucile che le forze dell’ordine hanno ritrovato sabato a qualche centinaio di metri dall’abitazione. Il fucile era occultato in un roveto di campagna.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Il ministro russo Lavrov risponde a Macron: “Le truppe occidentali sono già in Ucraina”

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato dalla Tass, risponde al presidente francese Macron su un eventuale invio...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)