Tenta di uccidere “l’amico” cinese che gli prestò soldi, fermato

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

arresto carabinieriI Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia Milano – Duomo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino cinese di 40 anni, irregolare, incensurato, poiché ritenuto responsabile del tentato omicidio di un suo connazionale, 46enne, avvenuto in un appartamento di via Imbonati, a Milano, nella notte del 4 marzo scorso.

Secondo quanto ricostruito, la vittima, dopo aver richiesto la restituzione di una somma di denaro era stata aggredita e colpita con violenza ben due volte al collo con un coccio di bottiglia che gli aveva procurato delle profonde lesioni. Solo un delicato intervento chirurgico da parte dei medici aveva scongiurato la morte del quarantaseienne.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Sin dai primi momenti, i militari avevano raccolto le testimonianze dei presenti ed avviato una serie di indagini, anche di natura tecnica, che hanno permesso di ricostruire in poco tempo la dinamica e identificare il presunto responsabile.

Il fermato avrebbe posto in essere una serie di accorgimenti volti a far perdere le sue tracce ma i Carabinieri lo hanno localizzato e bloccato all’interno di un affittacamere abusivo di via Messina. La persona sottoposta a fermo è stata condotta nel carcere di San Vittore.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM