Pinerolo, uccide la moglie a coltellate: “Spendeva troppo”


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Strada Poirino PineroloTragedia familiare a Pinerolo, nel torinese. Un uomo di 64 anni, Angelo Visceglia, ha ucciso a coltellate la moglie, Battistina Russo, di 52 anni, al culmine di un litigio sul tenore di vita che la donna avrebbe condotto: “Spendeva troppo”, ha spiegato ai militari a cui si è consegnato.

L’omicidio è avvenuto nel pomeriggio in casa della coppia, in strada Poirino 37. Dalle prime notizie, è stato il presunto omicida ad allertare i carabinieri e a confessare il delitto: “Venitemi a prendere, ho ucciso mia moglie”.

L’uomo, disoccupato, accusava la vittima, che lavorava come donna delle pulizie, di spendere troppo. La coppia aveva un figlio, anche lui disoccupato, ma il delitto è avvenuto quando marito e moglie erano soli in casa.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che però non hanno potuto fare nulla per salvare la vita a Battistina Russo. Fatali le ferite all’addome e al collo. I militari, subito intervenuti dopo essere stati allertati da Visceglia, hanno condotto l’uomo in caserma per le formalità. Sul posto anche la Scientifica per i rilievi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM