25 Giugno 2022

Omicidio Fabbri, il Ris trova il Dna del killer. È caccia a “Ignoto 1”

Stessa categoria

Da sinistra la vittima Davide Fabbri e il super ricercato Igor Vaclavic
Da sinistra la vittima Davide Fabbri e il super ricercato Igor Vaclavic

In merito alle indagini inerenti l’omicidio di Davide Fabbri avvenuto nella sua tabaccheria a Budrio il 1 aprile scorso, sono in corso di svolgimento da parte del Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Parma gli accertamenti biologici sulle tracce ematiche rilevate sulla scena del crimine.

Dai primi risultati – informano gli investigatori – è emersa la presenza di sangue appartenente a due persone diverse: una identificata nella vittima e l’altra allo stato sconosciuta.

Nei prossimi giorni proseguiranno gli accertamenti attraverso il confronto del profilo genetico del DNA rilevato con quelli presenti nelle banche dati esistenti per cercare di individuare l’identità della seconda persona.

Questo confermerebbe che l’assassino è rimasto ferito nel corso della drammatica rapina. Il sospettato numero uno al momento è Igor Vaclavic, il militare “Rambo” dell’Est europa che si sospetta abbia commesso il crimine.

L’uomo è ricercato dappertutto. Al momento alcuni indizi portano a lui, come la pistola usata (non trovata) per uccidere il tabaccaio e il modus operandi dell’incursione.

Occorre adesso scoprire a chi appartiene il profilo genetico “ignoto”, se a Vaclavic oppure a un’altra persona. Intanto, venerdì si celebreranno i funerali della vittima.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER