Sangue sul rally Targa Florio, morti un commissario e un pilota


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Da sinistra le vittime Giuseppe Laganà e Mauro Amendolia. Insieme al papà la figlia Gemma rimasta ferita
Da sinistra le vittime Giuseppe Laganà e Mauro Amendolia. Insieme al papà la figlia Gemma rimasta ferita

PALERMO – Dramma sul rally. Un commissario di gara e il pilota di un’auto sbandata durante la prova della corsa Targa Florio, sono tragicamente morti. Le vittime sono Giuseppe Laganà, catanese di 56 anni, commissario di gara, che è stato travolto e il pilota Mauro Amendolia, 53enne originario di Messina.

La figlia, del pilota deceduto, Gemma Amendolia, 27 anni, che era navigatore col papà è invece rimasta gravemente ferita ed ora ricoverata in ospedale.

L’incidente si è verificato alle 12.30 a Isnello al km 10+500, in località Piano Torre. Genitore e figlia correvano su una Bmw mini cooper quando per cause da accertare è sbandata nei tornanti travolgendo il commissario Laganà. Sulla strada pare ci fosse un leggero strato di nevischio.

Indagini sono in corso per ricostruire la dinamica del tragico incidente. Mauro Amendolia, insieme alle figlie era molto appassionato di rally. Il pilota, con Gemma Amendolia facevano parte della scuderia “Messina racing team”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM