1 Febbraio 2023

Giugliano, duplice omicidio in tabaccheria, uccisi padre e figlio

Correlati

Omicidio Giugliano Vincenzo Staterini Emanuele Staterini
Vincenzo Staterini e il figlio Emanuele. Il luogo dell’omicidio da un frame video del Mattino

Duplice omicidio nel napoletano. Due uomini, Vincenzo ed Emanuele Staterini, padre e figlio di 50 e 28 anni, sono stati uccisi a colpi di pistola nella loro tabaccheria di Corso Campano, a Giugliano, nell’hinterland di Napoli. Indaga la Polizia di Stato che ha circoscritto l’area per effettuare i rilievi.

Secondo quanto riportano alcuni organi di stampa, i sicari sarebbero due giunti in sella ad una moto e col viso travisato da caschi. Non si esclude alcuna ipotesi: dalla rapina sfociata nel sangue, ad una vendetta o ad un agguato di camorra. Gli Staterini, originari del centro storico di Napoli, si erano trasferiti a Giugliano da anni.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Messina Denaro, perquisita la casa dell’ex amante del boss

Perquisite le abitazioni di Maria Mesi e del fratello Francesco, già coinvolti in una inchiesta perché ritenuti fiancheggiatori del capomafia

DALLA CALABRIA

Incendio distrugge casa nel Cosentino, nessun ferito. Abitazione inagibile

Questa mattina i Vigili del Fuoco del Comando di Cosenza, sono intervenuti nella frazione Basso La Motta nel comune...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER