8 Dicembre 2022

Bimba rom di 3 anni e mezzo morta dopo ore chiusa in auto

Correlati

pronto soccorso ospedale napoliUna bambina rom di 3 anni e mezzo è morta a Napoli dopo essere rimasta chiusa diverso tempo in auto. E’ stata la madre, che vive nel campo nomadi del rione Scampia a trovare adagiato sul sedile il corpo senza vita della figlia.

Insieme a un parente la donna ha tentato una disperata corsa all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli dove però i sanitari non hanno potuto fare nulla. Sulla fronte della bambina è stata trovata una ferita che si sta accertando a cosa sia dovuta. Non si esclude che la bimba sia deceduta a causa di un malore.

Sull’episodio indaga il personale di Polizia in servizio presso il commissariato di Scampia che hanno ascoltato la madre della bimba. Gli agenti stanno ora verificando la versione dei fatti esposta dalla donna che ha riferito di aver trovato la bambina già morta in macchina e di non averla dimenticata.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Auto finisce fuori strada e impatta contro un albero, morti 2 giovanissimi

Dopo i quattro giovani morti in un incidente stradale in Umbria e due in Lombardia, altri due ragazzi di...

DALLA CALABRIA

Ennesimo sbarco in Calabria: 161 migranti a Crotone

Sono 161 i migranti sbarcati al porto di Crotone in due diversi eventi avvenuti nelle prime ore del mattino. Il...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER