31 Gennaio 2023

Nasconde in casa il cadavere del padre per intascare pensione

Correlati

via Papa Giovanni XXIIIAVELLINO – Morto il padre, per un mese ha conservato il cadavere del genitore in casa per potere intascare la pensione di cui aveva delega all’incasso. E’ successo a Grottaminarda, in provincia di Avellino, dove un uomo di 47 anni, probabilmente un disoccupato che campava con l’unico reddito in famiglia, dopo il decesso del padre, avrebbe occultato il corpo senza darne comunicazione a nessuno.

Ma a tradirlo è stata la decomposizione del cadavere che col caldo estivo ha emanato un cattivo odore sentito da tutto il vicinato. Così, i residenti di uno stabile popolare di via Papa Giovanni XXIII hanno allertato i vicini carabinieri che giunti sul posto e sentito l’odore cadaverico sono stati costretti a buttare giù la porta di casa.

Al loro ingresso i militari hanno rinvenuto il corpo del pensionato 77enne, adagiato sul letto in stato di avanzata decomposizione. Secondo l’Arma, il figlio avrebbe nascosto il corpo del padre in casa per continuare a percepire la pensione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Messina Denaro, perquisita la casa dell’ex amante del boss

Perquisite le abitazioni di Maria Mesi e del fratello Francesco, già coinvolti in una inchiesta perché ritenuti fiancheggiatori del capomafia

DALLA CALABRIA

Si è dimesso Mauro Dolce, assessore ai Lavori pubblici della Calabria

Mauro Dolce riprende la sua attività all'università, ma con l'ente "continuerò a dare una mano".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER