Terracina, “giro della morte” col caccia militare si trasforma in tragedia

Carlomagno Panda Settembre 2018

Caccia militare precipita in mare a TerracinaTerribile incidente aereo sui cieli di Terracina, Latina, dove un caccia militare, un Eurofighter Typhoon dell’Aeronautica militare, durante l’air show 2017 si è schiantato in mare dopo aver eseguito un “giro della morte”, come viene definito. L’impatto, avvenuto davanti a migliaia di persone, è stato violentissimo.

Tra gli spettatori erano presenti anche i genitori del pilota 36enne, Gabriele Orlandi purtroppo ritrovato morto, e la fidanzata, che è dopo aver assistito all’incidente è stata colta da un malore. Incerte ancora le cause del dramma.

Nelle clip postate sui social si vede il caccia volare a forte velocità e dopo il “giro della morte”, forse eseguito quando si era a quota troppo bassa, si è trovato davanti il mare è non è più riuscito a risalire schiantandosi con forza nelle acque sotto gli sguardi sgomenti del pubblico.

L’esibizione del caccia Eurofighter del Reparto sperimentale di volo doveva immediatamente precedere quella delle Frecce Tricolori, che ovviamente è stata annullata. L’air show dell’Aeronautica militare era in corso sul lungomare Circe, a Terracina, località a sud di Latina.

Le testimonianze

“E’ stata una scena agghiacciante, il caccia dopo aver eseguito diversi esercizi è uscito da un giro della morte ed è caduto in acqua di pancia, a poche centinaia di metri dalla spiaggia. Abbiamo avuto paura – E’ il racconto di un testimone. L’impatto è stato violento e non abbiamo visto alcun seggiolino essere espulso dall’abitacolo”.

“Il caccia – racconta uno spettatore – si è schiantato in mare di punta, come se il motore avesse perso potenza”. “È stato terribile. Siamo sgomenti”, racconta un altro.

“E’ passato sulle nostre teste, poi lo abbiamo visto salire molto in alto prima di iniziare a scendere rapidamente: ha volato per un po’ parallelo allo specchio d’acqua, quando all’improvviso si è inabissato”, ha detto una donna di Frosinone di 49 anni.

“Al momento dell’impatto abbiamo visto alzarsi grossi schizzi d’acqua misti a schegge che probabilmente erano pezzi dell’aereo – ha raccontato – E’ successo tutto in un attimo”.

“Lo speaker della manifestazione ha detto al pubblico di restare fermo per non intralciare i soccorsi, dopo ci hanno detto di allontanarci lentamente e di mantenere la calma – ha concluso – Ero lì con mia figlia, siamo rimaste choccate, non riuscivamo a credere che fosse avvenuto sotto i nostri occhi”.

“Cause dell’incidente sconosciute”

Sono “ancora sconosciute” le cause dell’incidente aereo per l’Aeronautica militare. Il caccia Eurofighter del Reparto Sperimentale di Volo é precipitato in mare “nella fase finale del suo programma di volo”. L’Aeronautica Militare ha “attivato le procedure per accertare le cause”, sottolinea la Forza armata, aggiungendo che “le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente dopo l’impatto grazie ai mezzi presenti sul posto”.

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti e il capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano “si uniscono al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Enzo Vecciarelli nell’esprimere vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota” Gabriele Orlandi.

Che cos’è il caccia Eurofighter Typhoon

Il caccia Eurofighter Typhoon, è un velivolo multiruolo di quarta generazione, bimotore, con ruolo primario di caccia intercettore. E’ un aeroplano imponente, ultra veloce e roboante. A questi velivoli è affidato il compito della difesa dello spazio aereo nazionale. Nei giorni prima del G7 di Taormina un aereo straniero che era entrato in violazione nei nostri cieli, era stato accompagnato da due jet fuori dallo spazio aereo nazionale.

Le Frecce Tricolori, rispetto all’Eurofighter, hanno invece in dotazione il velivolo d’addestramento e attacco leggero Mb339: si tratta dell’aereo con cui gli allievi piloti dell’Aeronautica conseguono il brevetto di pilota militare.