26 Febbraio 2024

Carabiniere accusato di maltrattamenti si suicida in caserma

Correlati

La caserma di via delle Armi a Bologna
La caserma di via delle Armi a Bologna

Un altro drammatico suicidio nella caserma del quinto battaglione Carabinieri Emilia-Romagna, in via delle Armi, a Bologna. Un militare, di 50 anni, si è suicidato sparandosi con la pistola d’ordinanza.

Il corpo senza vita del carabiniere è stato trovato domenica dai colleghi che hanno lanciato l’allarme. Alla base del gesto ci sarebbero ragioni familiari.

Secondo quanto appreso dall’Ansa, l’uomo era indagato per presunti maltrattamenti in famiglia. Qualche tempo fa la moglie del militare aveva chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per un presunto episodio di percosse da parte del marito. In seguito all’uomo è stato notificato un atto che lo informava di un’indagine per maltrattamenti.

Lo scorso anno, nella stessa caserma, appena fuori il perimetro, si era suicidato un altro carabiniere di trentanni sempre in ordine a problemi di natura familiare.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Si vota per le regionali in Sardegna, 1,4 milioni gli elettori chiamati alle urne

Urne aperte dalle 6.30 di oggi 25 febbraio in Sardegna per le elezioni regionali. Cominciano le operazioni di voto...

DALLA CALABRIA

Scrontro frontale nel crotonese, due morti e due feriti gravi

Due giovani, un ragazzo e una ragazza sono morti e due sono feriti gravemente feriti in un incidente stradale...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)