Corcorsi truccati, indagato rettore università di Napoli: “Favorì figlio ministro”

Carlomagno Panda Settembre 2018
Il rettore dell'Università Suo Orsola Benincasa, Lucio D'Alessandro
Il rettore dell’Università Suo Orsola Benincasa, Lucio D’Alessandro

Il rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, Lucio D’Alessandro, risulta indagato dalla Procura partenopea perché avrebbe favorito un figlio di Ortensio Zecchino, ex ministro all’Università dei governi D’Alema e Amato, nell’assegnazione di un posto di ricercatore al Suor Orsola. Lo scrivono alcuni media, tra cui il Mattino e il Fatto. Né Ortensio Zecchino né il figlio Francesco risultano indagati.

A Lucio D’Alessandro ed agli altri componenti della commissione, Giovanni Coppola, Anna Giannetti, Alessandro Viscogliosi, è stato notificato un avviso di conclusione indagini. Per il rettore del Suor Orsola, al termine dell’inchiesta condotta dal pm Graziella Arlomede, avanzata l’ipotesi di concorso in abuso di ufficio.