Blitz antimafia, arrestati anche un avvocato e due carabinieri

Carlomagno Nuova Jeep Compass Aprile 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Ci sono anche un avvocato romano, Giandomenico D’Ambra e due carabinieri, Marco Lazzari e Cristiano Petrone, tra i 37 arrestati nell’operazione interforze tra Italia e Germania contro il clan Rinzivillo di Gela scattata all’alba con l’impiego di 600 uomini, tra poliziotti, finanzieri e carabinieri. In carcere, fra gli altri, il numero uno del clan, Salvatore Rinzivillo.

Nei confronti dei due militari l’accusa è di accesso abusivo alle banche dati delle forze dell’ordine: in sostanza avrebbero passato notizie riservate ai membri del clan, da sempre alleato dei Madonia e con i corleonesi. L’avvocato sarebbe invece stato il trait d’union tra i mafiosi e i professionisti.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

L’indagine delle Dda di Roma e Caltanissetta è stata coordinata dalla Procura nazionale antimafia e antiterrorismo e ha visto la partecipazione della Polizia criminale tedesca che, a Colonia, ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

In Italia gli arresti sono stati eseguiti in Sicilia, Lazio, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna in Italia. Sequestrati anche beni e società per un valore stimato di 11 milioni di euro. LEGGI L’INCHIESTA 

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM