Si suicida generale dei forestali: “Ho sensi di colpa per il Rigopiano”

Carlomagno Jeep agosto 18
suicidio Conti dopo tragedia Hotel Rigopiano
Operatori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Spelologico CNSAS sul luogo del disastro all’hotel Rigopiano (archivio)

La vicenda dell’hotel Rigopiano compare sullo sfondo del suicidio del generale dei Carabinieri Forestali, Guido Conti, nelle campagne di Pacentro (L’Aquila) due giorni fa.

“Da quando è accaduta la tragedia di Rigopiano la mia vita è cambiata. Quelle vittime mi pesano come un macigno. Perché tra i tanti atti ci sono anche prescrizioni a mia firma. Non per l’albergo, di cui non so nulla, ma per l’edificazione del centro benessere. Vivo con cruccio”, aveva scritto Conti in una delle due lettere ai familiari il cui testo è stato pubblicato su diversi organi di stampa.

“Stupisce che questa correlazione sia stata da taluno ipotizzata in assenza di qualsiasi collegamento diretto e indiretto. Tutto ciò aggiunge dolore al dolore”, dice un familiare di Conti. Camera ardente aperta nella sala d’udienze del tribunale di Sulmona. Lunedì 20 novembre i funerali alla presenza dei vertici dei Carabinieri che lo hanno ricordato con commozione nella “Virgo Fidelis” Abruzzo e Molise.