Bancarotta, arrestati a Catania padre e figli imprenditori

arrestati per bancarotta Rosario Furnò e figli Tre imprenditori, Rosario Furnò, di 68 anni, ed i figli Sandro e Piero, di 34 e 44 anni, amministratori della Betoncat Sas, sono stati arrestati a Catania per bancarotta fraudolenta in concorso nell’ambito di indagini sul fallimento della ditta svolte dalla Guardia di finanza, che ha anche sequestrato loro disponibilità finanziarie per circa 4 milioni di euro.

Padre e figli sono stati posti agli arresti domiciliari. Il sequestro ha interessato 15 conti correnti intestati e nella disponibilità degli indagati, della Costruzioni Generali Gasdotti Srl e della Furnò Costruzioni Ferroviarie Spa Il provvedimento di custodia cautelare è stato emesso dal gip su richiesta della Procura della Repubblica di Catania.

La Betoncat Sas, con sede a Catania, operante sul territorio nazionale nel settore della costruzione di opere idrauliche e con un fatturato annuo di 10 milioni di euro, società per azioni dal 2008 al 2015, era stata dichiarata fallita dal Tribunale del capoluogo etneo l’1 dicembre del 2016. (Ansa)