Faceva prostituire la moglie e gli piaceva guardarla fare sesso

Pubblicava annunci e organizzava incontri hard per fare prostituire la moglie al costo di 150 euro a persona. E mentre la consorte faceva sesso con sconosciuti clienti a lui piaceva fare il guardone.

La storia incredibile arriva da Catania, dove i carabinieri hanno posto fine al presunto giro di un marito disposto a tutto per fare soldi, arrestando un siracusano 51enne con l’accusa di sfruttamento della prostituzione.

Secondo quanto ricostruito dai militari, l’uomo, “sfruttando” l’avvenenza della moglie 50enne avrebbe escogitato un modo per fare soldi facili pubblicando su alcuni siti web di incontri hot il seguente annuncio: “Vera coppia con lei 38 anni molto bella, seleziona 2, massimo 3 single per organizzare piccola gang con partecipanti di almeno 35 anni, aspetto gradevole, puliti e consapevoli di riflettere almeno 150 volte prima di contattarci. Per chi crede alle favole evitate di contattarci”.

Fornendo un numero telefonico mobile e preferendo la comunicazione su WhatsApp ed eventuale appuntamento in Piazza Stesicoro a Catania.

Il personale del Nucleo operativo analizzando il messaggio sono riusciti ad identificare il “manager” seguendone i movimenti fino a ieri sera quando l’uomo incontrava proprio in Piazza Stesicoro tre uomini.

Dopo un breve conciliabolo si allontanava dal trio per raggiungere un vicino Bed & Breakfast, dove organizzava la stanza per l’incontro, per poi tornare dai clienti e ricevere il denaro concordato, 150 euro a persona, ed accompagnarli nella camera dalla consorte.

A questo punto ecco materializzarsi i militari dell’Arma che lo hanno fermato con il denaro in tasca appena ricevuto dai tre clienti arrestandolo. La donna ha dichiarato che il marito, se la clientela lo permetteva, assisteva agli incontri come voyeur.