Palermo, spari sulla troupe di Striscia la notizia

Sassi, minacce e insulti ma anche colpi di arma da fuoco sull'auto dell'inviato Brumotti. Stava documentando il giro di spaccio di droga del quartiere Zen

Carlomagno campagna ottobre 2018
 Brumotti striscia Palermo
Brumotti vicino alla sua auto presa a sassate. Cerchiato il foro del proiettile

Nuova pesante aggressione all’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti e alla sua troupe. Questa volta a Palermo, dove nel corso di una inchiesta sulla droga per il Tg satirico di Canale 5, domenica pomeriggio sono stati aggrediti e sparati nel quartiere Zen.

Brumotti stava documentando il giro dello spaccio nel rione palermitano, quando verso le 16.00, appena usciti dall’auto, lui e i suoi collaboratori sono stati insultati, minacciati di morte e aggrediti con lancio di sassi da un folto gruppo di abitanti del quartiere.

La troupe di Striscia è rientrata nell’auto blindata per ripararsi dagli aggressori, quando all’improvviso il tetto dell’auto è stato sfondato da un pesante blocco di cemento lanciato da un piano alto di una casa e la portiera è stata perforata da un colpo di arma da fuoco di grosso calibro.

Brumotti e i suoi collaboratori sono riusciti a mettersi in salvo solo grazie all’intervento della Polizia e dei Carabinieri e non hanno riportato ferite. Il servizio andrà in onda prossimamente su Striscia la notizia.