Turbativa d’asta e corruzione nella sanità, 11 arresti a La Spezia

In cella il dirigente dell'Asl 5 della Spezia Massimo Buccheri, altri due dirigenti e un manager di multinazionale. Ai domiciliari l'ex consigliere regionale Luigi Morgillo

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021

Turbativa d'asta e corruzione nella sanità, 11 arresti a La SpeziaIl dirigente dell’Asl 5 della Spezia Massimo Buccheri e due dirigenti e un rappresentante di una nota multinazionale specialista in apparecchiature ospedaliere sono stati arrestati dalla Guardia di finanza della Spezia nell’ambito di una vasta operazione di contrasto alla turbativa d’asta.

Oltre ai 4 arresti sono state eseguite altre sette ordinanze di custodia ai domiciliari, tra cui una a carico dell’ex consigliere regionale Luigi Morgillo. Al dirigente Asl sono contestati i reati di corruzione, concussione, turbativa d’asta, rivelazione del segreto d’ufficio e falso in atto pubblico, mentre ai rappresentanti della multinazionale i reati di corruzione e turbativa d’asta.

Gli arresti domiciliari sono stati notificati a due imprenditori spezzini, un imprenditore di Catania e 4 professionisti e tecnici spezzini e lombardi. Uno di questi è già stato condannato nel novembre 2017 a 7 anni e 6 mesi con interdizione perpetua dai pubblici uffici per delitti contro la pubblica amministrazione nell’ambito di altro procedimento.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM