3 Marzo 2024

Terrorismo, espulso tunisino per motivi di sicurezza nazionale

Correlati

miliziani IsisUn tunisino di 28 anni è stato espulso oggi “per motivi di sicurezza dello Stato”. Lo fa sapere il Viminale, sottolineando che quello di oggi è il 38/o allontanamento del 2018 di “soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso”; sono 275 le espulsioni dal 2015.

L’uomo, con numerosi precedenti per reati comuni, abitante a Varese, era emerso all’attenzione delle forze di polizia in seguito ad una segnalazione relativa alla sua possibile radicalizzazione religiosa.

Gli approfondimenti svolti dagli investigatori hanno documentato “l’indole violenta” del tunisino che, in un’occasione, aveva manifestato di condividere gli attacchi terroristici compiuti nei Paesi europei.

Per questo, durante il suo ultimo periodo di detenzione in carcere, lo straniero è stato sottoposto ad osservazione, con livello “alto”. Dopo la sua scarcerazione avvenuta lo scorso 5 marzo, è stato trattenuto nel Centro per rimpatri di Bari e poi espulso con accompagnamento nel proprio Paese


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Genocidio dei palestinesi, Orsini: “Gaza e l’Olocausto”

di Alessandro Orsini su X "Gaza e l’Olocausto. Siccome nella scienza tutte le domande sono lecite, chiedo a voi: quale...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)