Uomo muore annegato in auto nel sottopasso allagato

La tragedia nella notte in un sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo (Torino). "Nessuno viene a soccorrermi, ho paura di morire qui", aveva detto alla madre

Carlomagno Panda Settembre 2018

Temporale allaga sottopasso, uomo muore annegatoUn uomo di 51 anni residente a Favria, Guido Zabena, è morto nella notte nel sottopassaggio della ferrovia Canavesana tra Feletto e Rivarolo. L’operaio, che stava tornando a casa dopo il lavoro, è morto annegato, dopo essere rimasto bloccato con la propria Fiat Punto nel sottopasso. Alle due, quando si è verificato l’episodio, sulla zona si stava abbattendo un violento temporale. Il sottopassaggio si è rapidamente allagato senza dare la possibilità all’uomo di uscire dal veicolo. Indagano i carabinieri della compagnia di Ivrea.

Il temporale, violentissimo, ha colpito in particolare proprio la zona tra Rivarolo, Feletto, Favria e Villanova Canavese. Numerose squadre dei vigili del fuoco sono state impegnate nelle operazioni di prosciugamento di cantine, garage, abitazioni al piano terra.

“Ho paura di morire”, le ultime parole – “Nessuno viene a soccorrermi, ho paura di morire qui”: sono state le ultime parole, pronunciate al cellulare con la madre, di Guido Zabena, il 51enne morto la scorsa notte annegato nella sua auto, in un sottopassaggio tra Feletto e Rivarolo, nel Torinese, allagato da un violento temporale. A riferirlo è la madre dell’uomo, Mariastella, 71 anni. “Mi ha telefonato col cellulare, l’acqua che entrava in auto e lui che non riusciva ad aprire il finestrino. Mi ha detto che aveva paura di morire…”. (Ansa)