Esplode autocisterna a Bologna, è l’inferno. Morti e feriti

Due vittime e quasi 60 feriti il bilancio di un terribile incidente avvenuto nel primo pomeriggio sulla tangenziale, a Borgo Panigale.

Carlomagno campagna ottobre 2018

Esplode autocisterna a Bologna, è l'inferno. Morti e feritiUno spaventoso incendio sull’autostrada a Bologna ha provocato la morte di almeno una persona e decine di feriti, tra cui se ne contano 14 in condizioni gravi. A provocare le fiamme, nel primo pomeriggio, l’esplosione di un’autocisterna carica di liquido infiammabile dopo che il mezzo pesante è stato coinvolto in un incidente con alcune automobili sul raccordo tangenziale di Casalecchio, a Borgo Panigale, in questi giorni trafficato snodo autostradale. Un ponte è parzialmente crollato dopo la potente deflagrazione.

Testimoni hanno udito alcuni forti boati e visto una enorme palla di fuoco sollevarsi in cielo. Dopo l’esplosione si è alzata una densa colonna di fumo per centinaia di metri.

Vista l’entità dell’incendio si teme che il bilancio possa aggravarsi. Alcuni feriti sono stati colpiti dai detriti. L’incendio è stato spento, anche con l’ausilio di elicotteri. I vigili del fuoco stanno raffreddando l’area per rendere più fattibili gli interventi. Nell’incidente sono state coinvolte numerose auto.

Sono rimasti a lavoro soprattutto le unità cinofile e gli operatori “Usar”, ovvero i soccorritori che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani. L’obiettivo, dopo alcune ore dall’incidente, è capire se ci sono altre vittime oltre alle due già accertate e di cui al momento non si conosce l’identità.

Nella zona sono anche scoppiati i vetri di molte abitazioni e di alcune concessionarie d’auto i cui mezzi all’aperto sono rimasti bruciati. Il ponte sulla via Emilia è parzialmente crollato: sulla corsia dell’autostrada c’è un vasto squarcio provocato dall’esplosione.

L’autostrada è chiusa in entrambe le direzioni e probabilmente ci vorrà molto tempo per ripristinare la viabilità sul tratto, appunto, che collega l’Autostrada del Sole con la Bologna-Taranto e che collega l’Italia da est a ovest.