Attentato alla sede della Lega in Trentino, oggi ci va Salvini

Una bomba carta ha mandato in frantumi i vetri nella sede leghista ad Ala, dov'è previsto l'arrivo del vicepremier e leader del Carroccio in tour per le provinciali

Carlomagno campagna novembre 2018
La sede della Lega in Trentino dopo la bomba
La sede della Lega in Trentino dopo la bomba (Foto da giornaletrentino.it)

Un ordigno è stato fatto esplodere da ignoti nella notte davanti alla sede della Lega ad Ala, in Trentino, dove oggi è atteso il vicepremier e leader del Carroccio Matteo Salvini, in tour per la campagna elettorale per le elezioni provinciali.

L’esplosione è stata molto forte e ha fatto andare in frantumi alcuni vetri della sede, sita in via Nuova, ad Ala, in provincia di Trento. Il ministro dell’Interno è impegnato oggi in diversi centri della provincia per le elezioni.

Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di una bomba carta. Di fronte alla sede è comparsa inoltre una scritta: “Ancora fischia il vento”. Sull’episodio indagano le forze dell’ordine.