Caso Desirée, fermato a Roma un pusher italiano

Carlomagno campagna Jeep Compass dicembre 2018

Desirée MariottiniUn uomo di 36 anni, Marco Mancini, è stato fermato a Roma dagli agenti della Squadra mobile nell’ambito delle indagini sull’omicidio della morte di Desirée Mariottini, la sedicenne di Cisterna di Latina stuprata e trovata morta alcune settimane fa in un capannone nel quartiere di San Lorenzo a Roma.

L’uomo è stato fermato dalla mobile che ha eseguito un decreto emesso dalla Procura. L’accusa è di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, quali cocaina ed eroina e psicofarmaci che inducono effetti psicotropi anche contenenti “quetiapina”, cedendole a persone che a tale fine frequentavano i locali di via Dei Lucani 22, ed anche Desirée.

Per l’omicidio, violenza sessuale di gruppo e cessione di droga sono stati già arrestati quattro africani, secondo gli inquirenti, responsabili di aver prima somministrato alla ragazza un mix di droga e farmaci per poi stuprarla. Secondo l’accusa gli indagati “erano a conoscenza del mix letale”.