Caso Desirée, fermato a Roma un pusher italiano

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

Desirée MariottiniUn uomo di 36 anni, Marco Mancini, è stato fermato a Roma dagli agenti della Squadra mobile nell’ambito delle indagini sull’omicidio della morte di Desirée Mariottini, la sedicenne di Cisterna di Latina stuprata e trovata morta alcune settimane fa in un capannone nel quartiere di San Lorenzo a Roma.

L’uomo è stato fermato dalla mobile che ha eseguito un decreto emesso dalla Procura. L’accusa è di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, quali cocaina ed eroina e psicofarmaci che inducono effetti psicotropi anche contenenti “quetiapina”, cedendole a persone che a tale fine frequentavano i locali di via Dei Lucani 22, ed anche Desirée.

Ringraziandoti per il seguito, sarebbe cosa gradita un MI PIACE sulla nostra nuova pagina di Facebook

Per l’omicidio, violenza sessuale di gruppo e cessione di droga sono stati già arrestati quattro africani, secondo gli inquirenti, responsabili di aver prima somministrato alla ragazza un mix di droga e farmaci per poi stuprarla. Secondo l’accusa gli indagati “erano a conoscenza del mix letale”.