1 Marzo 2024

Tragedia in Valle d’Aosta, scontro tra elicottero e aereo: 7 morti

Sul ghiacciaio del Rutor, soccorsi attivati, due i feriti. Forse la foschia la causa della strage.

Correlati

scontro elicottero aereo valle daostaTragedia in Valle d’Aosta, dove due velivoli si sono scontrati tra loro sul ghiacciaio del Rutor, nel vallone di La Thuile. Il bilancio è drammatico: Sette morti e due feriti gravi. Il Bilancio è definitivo. Venerdì dopo lo schianto le vittime accertate erano cinque e due dispersi, i quali sono stati ritrovati anch’essi senza vita.

Secondo le prime informazioni, forse a causa della nebbia o di un guasto meccanico, a scontrarsi in volo sono stati un piccolo aereo da turismo e un elicottero privato impegnato nel servizio di “heliski” (Eliscì, l’elicottero che riporta in cima l’appassionato di fuoripista). Sul posto stanno operando i soccorsi.

Al momento non è dato sapere chi siano le vittime e dove stavano, se in aereo o in elicottero o in entrambi i velivoli. Secondo quanto riferito ai media dal Soccorso alpino, l’elicottero sarebbe di una ditta privata specializzata in tour di “heliski” partito da Coumayeur.

L’aereo invece era decollato da Megève (Francia). I vigili del fuoco hanno tagliato le lamiere con i loro strumenti per estrarre i corpi delle vittime e quelli dei feriti: due sciatori, uno svizzero e un francese, sono stati trasportati all’ospedale di Aosta.

Le vittime sono il pilota dell’elicottero, Maurizio Scarpelli, di 53 anni, la guida alpina Frank Henssler (49), tedesco trapiantato in Valle d’Aosta, e tre sciatori tedeschi, oltre al belga Arnaud Goffin (51) e al francese Bruno Marais (59), che erano sull’ultraleggero.

Gli ultimi due corpi sono stati trovati stamattina, sepolti sotto la neve. Due i feriti – Philippe Michel e il tedesco Martin Warner, di 34 anni – entrambi con prognosi riservata. “Hanno riportato politraumi gestibili” spiega Luca Cavoretto, responsabile del 118.

“La Valle d’Aosta si impegnerà ad attivare tutti i canali possibili, per definire iniziative ed eventuali protocolli affinchè venga regolamentato il volo aereo transfrontaliero, a tutela dei tanti professionisti della montagna che operano in quelle zone”, ha dichiarato il presidente della Regione Valle d’Aosta, Antonio Fosson.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Da Israele nuovo massacro a Gaza. Uccisi oltre cento palestinesi in coda per il cibo

Nuova carneficina dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Oltre cento palestinesi sono stati uccisi mentre erano in fila per...

DALLA CALABRIA

Traffico di rifiuti speciali tra Italia e Tunisia, numerosi arresti

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Napoli, Salerno, Potenza, Catanzaro, personale della Direzione investigativa antimafia e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)