Incidente scuolabus, arrestato l’autista dopo la fuga: era ubriaco

L'uomo, un 51enne romeno, dopo che il mezzo si è rovesciato è scappato senza prestare soccorso ai bambini intrappolati nel mezzo. Preso, è stato inchiodato dall'alcool test

Carlomagno campagna Fiat Gamma 500 L settembre 2019

E’ stato arrestato l’autista dello scuolabus che ieri su una strada di Arquà Petrarca, nel Padovano, si è ribaltato su di un fianco con una ventina di studenti a bordo, sette dei quali sono rimasti feriti e trasportati in ospedale.

Dopo l’incidente l’uomo, Deniss Panduru, 51enne residente a Rovigo, è scappato nei campi senza prestare soccorso ai bambini intrappolati nel mezzo rovesciato. E’ stato rintracciato dopo quasi due ore lungo la strada regionale 10 e alla vista dei Carabinieri di Este ha cercato nuovamente di fuggire.

Portato in caserma, l’uomo non ha proferito parola, ma per lui hanno parlato le analisi dell’alcool test che ha rilevato valori di alcool superiori alla norma. In sostanza aveva bevuto prima di mettersi alla guida del mezzo comunale. Dalle testimonianze degli scolari, recuperati poi dai vigili del fuoco e dalle forze dell’ordine, è emerso che il conducente andava a zig zag per i tornanti, quando in una curva si è rovesciato.

Panduru è stato arrestato con l’accusa di fuga in caso di incidente con danni alle persone, omissione di soccorso, lesioni personali colpose plurime e guida in stato di ebbrezza.

Le condizioni dei ragazzini non sono preoccupanti: in ospedale sono stati visitati 11 scolari, di questi otto sono stati giudicati guaribili con prognosi da uno a 5 giorni; la gran parte di loro è stata già dimessa dopo le medicazioni, mentre per due studenti i medici hanno preferito la degenza sotto osservazione a scopo precauzionale.