22 Febbraio 2024

Maltrattamenti in aula, misura cautelare per tre maestre di asilo

Correlati

Tre maestre di un asilo nido di Rodengo Saiano, in provincia di Brescia, sono state raggiunte da una misura cautelare per maltrattamenti aggravati sui bambini. La Procura di Brescia aveva chiesto i domiciliari, ma il gip ha disposto per loro l’obbligo di firma.

L’operato delle tre è stato ripreso dalle telecamere installate dagli inquirenti dopo le prime denunce di un genitore che aveva notato un cambiamento dell’umore del figlio e alla luce del racconto di una ex dipendente dello stesso asilo che denunciò il comportamento scorretto delle colleghe.

Nelle immagini riprese dalle telecamere le maestre dicono parolacce e spintonano i bambini. Secondo l’accusa avrebbero poi impartito punizioni ritenute eccessive come il mancato cambio del pannolino o la sottrazione del cibo ai bambini.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Operazione antimafia della Dda di Catanzaro, 22 arresti

Un'operazione contro la 'ndrangheta è stata eseguita la scorsa notte nel Catanzarese. I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)