Sea Watch, indagata la comandante della nave “pirata”

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Sea-Watch
Ansa

La comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete, è indagata dalla Procura di Agrigento per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per rifiuto di obbedienza a nave da guerra, secondo quanto previsto dal codice della navigazione. L’iscrizione nel registro degli indagati è avvenuta dopo l’acquisizione dell’annotazione della Guardia di finanza.

La nave della Ong tedesca, battente bandiera olandese, aveva deciso di forzare il divieto di ingresso intimato dalla Guardia di finanza, ed è entrata in acque territoriali italiane e si trova al largo di Lampedusa con a bordo decine di migranti.

Fonti della Farnesina confermano che a seguito del lavoro svolto – su istruzioni del ministro Enzo Moavero Milanesi, in stretta correlazione con la Commissione europea – Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo e altri stati membri dell’Ue sono disponibili ad accogliere migranti imbarcati sulla nave Sea Watch.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM