Vessava le borsiste, arrestato ex giudice Francesco Bellomo

L'ex magistrato del Consiglio di Stato risponde di maltrattamenti nei confronti di 4 corsiste. Indagato anche per calunnia e minaccia ai danni del premier, Giuseppe Conte.

Carlomagno campagna Fiat Tipo settembre 2019
Arrestato ex giudice Francesco Bellomo
A destra il giudice Francesco Bellomo ad una festa

Una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari è stato notificata a Francesco Bellomo, ex giudice barese del Consiglio di Stato, docente e direttore scientifico dei corsi post-universitari per la preparazione al concorso in magistratura della Scuola di Formazione Giuridica Avanzata “Diritto e Scienza”.

Bellomo risponde dei reati di maltrattamento nei confronti di quattro donne, tre borsiste e una ricercatrice, alle quali aveva imposto anche un dress code, ed estorsione aggravata ai danni di un’altra corsista.

Bellomo è anche indagato per i reati di calunnia e minaccia ai danni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. L’accusa, contenuta nell’ordinanza di arresto per maltrattamenti ed estorsione nei confronti di cinque ex borsiste, risale al settembre 2017, quando l’attuale premier Conte era vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa e presidente della commissione disciplinare chiamata a pronunciarsi su Bellomo.