Bergamo, tampona e uccide due ragazzi per uno sguardo di troppo

Carlomagno campagna Jeep Compass Ottobre 2019

ambulanza

Due giovani lombardi sono morti in un tragico tamponamento avvenuto nelle prime ore di questa mattina nel Bergamasco, ad Azzano San Paolo. Arrestato il conducente dell’auto per omicidio stradale. Avrebbe agito con premeditazione dopo un litigio, pare per dei complimenti a una donna.

Le vittime sono Luca Carissimi, 21 anni, e Matteo Ferrari, 18, entrambi di Bergamo, zona Borgo Palazzo. I due giovani sono deceduti all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dov’erano stati ricoverati in gravissime condizioni.

Il giovane al volante della vettura avrebbe tamponato una moto con a bordo le vittime e avrebbe agito volontariamente, a seguito di una litigio. Per lui sono scattate le manette per omicidio stradale e omissione di soccorso. Sul grave fatto indaga la Polizia stradale di Bergamo.

I giovani, stando alle prime informazioni, erano appena usciti dalla discoteca “Setai” di Orio al Serio (Bergamo) quando sono stati tamponati da un’auto, forse una Mini Cooper, guidata da un 33enne, di Curno, ora arrestato.

In un primo momento l’uomo si è allontanato dal luogo dell’incidente, per poi presentarsi più tardi alla polizia. Sembra anche che fra i tre ci fosse stata prima una lite, forse degli apprezzamenti poco graditi a una ragazza.