La Ocean Viking a Taranto con 176 migranti. Ripartizione dubbia in UE

All'attacco Matteo Salvini: "Ocean Viking, altri 176 sbarchi, grazie al governo delle poltrone e dell’invasione". Non è chiaro se e quando vengono ricollocati.

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Ha attraccato nel porto di Taranto la nave “Ocean Viking”, della Ong Sos Mediterranee e Msf con a bordo quasi 176 migranti soccorsi in mare nei giorni scorsi in due distinte operazioni. Tra loro ci sono 131 maschi, dodici donne di cui 4 in stato di gravidanza e 33 minori: 23 non accompagnati.

I migranti, giunti in Italia dopo il parere favorevole del Viminale, saranno trasferiti nell’hotspot e saranno avviate le procedure di identificazione e registrazione. Non è ancora chiaro quanti di queste persone saranno ripartite in altri paesi europei dopo l’accordo di Malta.

I minori saranno temporaneamente sistemati in città. All’ingresso del porto ci sono amministratori locali, componenti di diverse associazioni e sindacati che hanno aderito alla campagna di sensibilizzazione #ioaccolgo. Contemporaneamente è in corso un sit in di protesta organizzato da esponenti della Lega.

Il leader del Carroccio Matteo Salvini posta due video sui social: “Ocean Viking, altri 176 sbarchi, grazie al governo delle poltrone e dell’invasione. Ennesimo sbarco della nave Ong norvegese. Avanti c’è posto…”

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb