5 Marzo 2024

Strage in Alto Adige, muore una ferita. Il bilancio sale a 7 vittime

Intanto è stato portato nel carcere di Bolzano l'investitore, il 27enne di Chienes, Stefan Lechner che era stato dimesso in mattinata dall'ospedale di Brunico

Correlati

Sale a sette il bilancio delle vittime della tragedia avvenuta in Valle Aurina, in Alto Adige, dove nella notte tra sabato e domenica un gruppo di ragazzi tedeschi è stato investito da una vettura il cui conducente è stato trovato con un tasso alcolemico quattro volte superiore al limite consentito. La settima vittima è una ragazza di 21 anni che era ricoverata in gravi condizioni nella Clinica universitaria di Innsbruck, in Austria.

Intanto è stato portato nel carcere di Bolzano l’investitore, il 27enne di Chienes, Stefan Lechner che era stato dimesso in mattinata dall’ospedale di Brunico. L’accusa per lui è omicidio stradale e lesioni. Rischia fino a 18 anni di carcere, secondo la legge italiana.

La dinamica del drammatico incidente – Verso le ore 1.15 un’auto ha centrato a grande velocità un gruppo di persone che si trovava sul bordo della strada. Le vittime sono tutti giovani cittadini tedeschi fra i 20 ed i 25 anni di età. Dopo aver passato la serata in un locale, la comitiva si trovava accanto a un pullman turistico quando è stata centrata in pieno da un’automobile.

Quattro persone sono in terapia intensiva, di cui due ancora in pericolo di vita, mentre migliorano le condizioni di altre sette ricoverate con ferite meno gravi. Due dei pazienti sono in terapia intensiva nella Clinica universitaria di Innsbruck, un altro nell’Ospedale di Bolzano e il quarto nell’Ospedale di Brunico. I più gravi sono i ricoverati di Bolzano e Innsbruck.

“Le notizie che giungono dall’Alto Adige sono sconvolgenti. Una serata allegra è finita in una catastrofe”, afferma la cancelliera tedesca Angela Merkel in un tweet diffuso dal portavoce del governo. “Sono in lutto con coloro che la scorsa notte hanno perso figli, fratelli e amici”, aggiunge Merkel che augura ai sopravvissuti “forza e pronta guarigione”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Nazioni Unite: “Gaza è una polveriera che può innescare una guerra più ampia”

Il capo dei Diritti umani dell'Onu Volker Turk afferma che è essenziale evitare una conflagrazione del conflitto, che potrebbe avere ripercussioni sulla regione del Medio Oriente e oltre

DALLA CALABRIA

‘Ndrangheta, condannato a 20 anni un pentito accusato di aver ucciso il padre

Il gip di Vibo Valentia, Barbara Borelli, ha condannato a 20 anni di reclusione, con l'accusa di omicidio, occultamento...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)