Toscani choc sul Morandi: “Ma a chi interessa che caschi un ponte”. E’ bufera sul fotografo

Nella tragedia persero la vita 43 persone. Ira del Comitato per le vittime di Genova. Paragone: "Toscani tenta di ripulire l'immagine del concessionario di Autostrade per l'Italia"


“Ma a chi interessa che caschi un ponte, smettiamola”. E’ questa la frase choc di Oliviero Toscani, il noto fotografo che con le sue “provocazioni” torna a far parlare di sé, questa volta sul crollo del Ponte Morandi a Genova in cui ad agosto 2018 morirono 43 persone. Una battuta che non è piaciuta affatto al comitato Ricordo vittime Morandi.

“43 morti innocenti per lui conteranno poco, ma per noi erano tutto”. Egle Possetti, presidente del comitato, risponde così a Oliviero Toscani che alla trasmissione radio “Un giorno da pecora” ha detto appunto: “Ma a chi interessa che caschi un ponte”, ha affermato Toscani parlando delle polemiche scatenate dalla foto che ritrae Luciano Benetton (patron di Autostrade per l’Italia, ndr) insieme ai fondatori delle Sardine al centro culturale fondato dai Benetton e Toscani.

“Ogni giorno ci aspettiamo, ormai da quasi 18 mesi qualche nuova pensata, ogni tanto qualcuno usa i nostri morti per mettersi in mostra o per comunicare idiozie – afferma Possetti in una nota – stasera ho sentito registrate delle esternazioni, inopportune e confuse di Toscani, ovviamente a lui potrà non interessare che sia caduto un ponte in Italia nel 2018, potrebbe essere che lui viaggi sempre in elicottero, in effetti passare su un ponte francamente è un po’ da ‘plebei’, purtroppo tanti italiani ci viaggiano ogni giorno e qualche persona sotto quel ponte ci è rimasta per sempre, certamente non per qualche strano fulmine vagante, 43 morti innocenti per lui conteranno poco, ma per noi erano tutto”.

“Mi dissocio fortemente dalle affermazioni fatte da Toscani”, scrive Alessandro Benetton, rispondendo a un commento sul tema comparso sul suo profilo Instagram. “Ho scelto quasi 30 anni fa di essere un imprenditore indipendente dalla mia famiglia. Ad eccezione di un brevissimo periodo, mi sono sempre ed unicamente dedicato alla mia attività 21 Invest. Ho quindi scelto di non commentare mai su attività che non mi riguardassero. Sicuramente in questo caso – conclude – mi dissocio fortemente dalle affermazioni fatte da Toscani”.

“Mi dispiace che parole estrapolate e confuse possano far pensare una follia come quella che a me non interessi nulla del Ponte. Solamente la cattiveria può strumentalizzare una cosa simile. A me come a tutti, quella tragedia interessa e indigna, ma è assurdo che certi giornalisti ne chiedano conto a me”. Così con un messaggio sui twitter Oliviero Toscani replica alle accuse alle sue parole sul crollo del ponte Morandi a Genova.

Il senatore ex M5s Gianluigi Paragone in una diretta video su fb ha espresso forte indignazione per la frase di Toscani, affermando che l’uscita del fotografo, molto noto per le pubblicità di Benetton, sarebbe “un modo studiato per ripulire l’immagine dei Benetton dopo il crollo del Morandi” e le polemiche che ne sono seguite.

Il parlamentare ha accusato il governo Conte e il Movimento 5 stelle di tenere ancora nei cassetti la revoca delle concessioni ad Autostrada per l’Italia, costola di Atlantia, che ha a capo la famiglia Benetton.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb