2 Luglio 2022

E’ emergenza Coronavirus ma il governo fa sbarcare 274 migranti a Pozzallo. “Saranno in quarantena”

La Ocean Viking ha chiesto un "porto sicuro" e il Viminale gli ha concesso il porto siciliano. Gli immigrati saranno "isolati" ma c'è da chiedersi perché Lamorgese non li ha mandati in Francia. Le contraddizioni di Conte: "Penso alla salute degli italiani"

Stessa categoria

Non si fermano gli sbarchi di immigrati in Italia nonostante la grave emergenza in corso legata alla diffusione del coronavirus per cui il governo Conte ha disposto misure durissime per il suo contenimento.

La nave Ocean Viking, della Ong francese Sos Mediterranee con 274 migranti a bordo, recuperati nei giorni scorsi al largo della Libia, ha chiesto un “porto sicuro” e il ministero dell’Interno gli ha concesso di sbarcare a Pozzallo, in Sicilia.

Il Viminale riferisce che “al fine di assicurare adeguate misure di prevenzione, i migranti saranno trattenuti in quarantena nell’hotspot della cittadina siciliana”.

“Alle medesime finalità precauzionali, – dice il ministero – il personale della nave rimarrà isolato a bordo per tutto il periodo necessario. Le autorità competenti provvederanno agli accertamenti e alla sorveglianza sanitaria ritenuti indispensabili”.

Se da una parte l’esecutivo isola interi comuni con decine di migliaia di persone, con divieto di entrare e uscire, pena anche il carcere per i trasgressori, l’altra faccia del governo consente quindi alle Ong di scaricare migranti in Italia come se nulla fosse.

Gli immigrati saranno “isolati” ma c’è da chiedersi se questo ennesimo sbarco era opportuno in momento delicatissimo come questo. Perché il ministro Lamorgese non li ha mandati in un altro paese come la Francia, paese di origine della Ong?

Il premier Conte ieri sera in conferenza stampa spiegando il duro provvedimento per l’emergenza ha affermato che la “salute degli italiani è bene che ci sta più a cuore”. Poi però consente sbarchi indiscriminati di persone che nessuno sa da dove vengono e con chi siano stati a contatto in Africa, continente di 1,2 miliardi di persone dove non filtrano notizie sui contagi (l’Oms non ha nessuna stima), non esiste un sistema sanitario e dove ci sono oltretutto sei, sette milioni di cinesi che vanno e vengono dal loro paese. I soliti pasticci all’italiana.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER