Coronavirus, milioni dai balconi per cantare l’Inno nazionale. “Ce la faremo, siamo più forti”

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

In tutta Italia alle ore 18, milioni di persone si sono affacciate dai balconi di casa per cantare tutti insieme l’Inno di Mameli per dare un segnale di un Paese che non si arrende al coronovirus, né alle strette senza precedenti del governo Conte e alla spaventosa crisi economica che attraverserà il Bel Paese dopo lo scoppio dell’emergenza.

Diverse le bandiere tricolori fatte sventolare da terrazze finestre da Trieste alla Sicilia in un clima incredibilmente surreale ma gioioso e fiducioso. C’è stato pure più di qualcuno che ha fatto esplodere petardi e fuochi di artificio.

Il flash mob è stato trasmesso in diretta da alcune emittenti italiane e molte famiglie abbracciate tra loro hanno intonato l’inno nazionale a squarciagola urlando alla fine: “Ce la faremo, siamo più forti del virus”. Momenti unici ed emozionanti, come sempre quando si ascolta la nostra “colonna sonora”.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb