4 Marzo 2024

Furgone investe bici elettrica, morti tre ragazzi in Puglia

Correlati

Tre giovani, di 17, 18 e 19 anni, che viaggiavano a bordo di una bici elettrica sulla Statale 170 Andria-Barletta, all’altezza di Canosa di Puglia, sono morti dopo essere stati investiti alle prime luci del mattino da un furgone che procedeva, secondo i primi accertamenti, nella stessa direzione nella quale viaggiava il mezzo dei ragazzi.

Deceduti sul colpo i due più grandi, mentre il più giovane è morto nell’ospedale ‘Bonomo’ di Andria, dove era arrivato in condizioni gravissime e dove ha avuto due arresti cardiaci, è stato intubato, sottoposto a trasfusioni. Ma alla fine non ce l’ha fatta.

Due dei ragazzi erano di Barletta, uno di 17 anni e l’altro di 19, mentre per il terzo è in corso l’identificazione.

Anche il conducente del furgone è andato in ospedale per accertamenti, mentre le due persone che viaggiavano con lui sono state ascoltate in caserma a Barletta per aiutare i Carabinieri a ricostruire la dinamica dell’incidente.

Sono intervenuti anche il medico legale e il magistrato di turno della Procura di Trani, Giuseppe Francesco Aiello, che procede con l’ipotesi di omicidio stradale. Per consentire i rilievi l’Anas ha chiuso provvisoriamente il tratto della statale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Analista media russo: “L’Occidente fa sua la sconfitta dell’Ucraina”

"Sta diventando sempre più chiaro che l’errore principale dell’Occidente non è stato nemmeno il tentativo di sconfiggere la Russia in Ucraina (cioè la scommessa di mantenere Kiev nella propria orbita), ma piuttosto equiparare la vittoria della Russia alla propria sconfitta"

DALLA CALABRIA

Locride, maxi sequestro di droga e armi da parte dei carabinieri

L’arsenale e l'ingente quantitativo di stupefacente erano occultati in parte all’interno di un’intercapedine creata ad hoc nel sottotetto di un’abitazione. Arrestata una persona

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)