Medico si accascia e muore mentre gioca, si era vaccinato contro il Covid

E' giallo sul decesso del dottore, subito rubricato come morte da infarto. Nessuna autopsia, nessuna inchiesta della magistratura per accertare eventuali danni letali da vaccino. Sui social molti utenti sospettano relazioni tra l'iniezione fatta e la morte

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Il dottor Mauro Valeriano D’Auria (fb)

Un medico di 45 anni, Mauro Valeriano D’Auria, specialista gastroenterologo in servizio presso l’ospedale ‘Umberto I’ di Nocera Inferiore, è morto pare stroncato da un arresto cardiaco dopo una partita a tennis. Il dottore si era da poco vaccinato contro il Covid, tanto che sui social ha postato una sua immagine con la scritta: “#Fatto, vaccinazione anticovid 19”

D’Auria, come scrivono i media locali, era un medico molto stimato da colleghi e pazienti, un professionista attivo soprattutto nell’ambito dell’ecografia intestinale.

Tra gli ultimi messaggi del dottor D’Auria sulla sua pagina social, l’adesione convinta alla campagna vaccinale per sconfiggere per sempre il Covid. Sugli stessi social c’è chi ha avanzato il sospetto di correlazioni tra il vaccino fatto e la morte del medico.

Il decesso è stato subito rubricato come arresto cardiaco. Nessuna autopsia, nessuna inchiesta della magistratura, niente di niente. Infatti, i funerali del dottor Mauro Valeriano D’Auria si sono svolti lunedì a Nocera Inferiore. Resta la tristezza e il rammarico dei tanti colleghi, familiari e amici. Una morte assurda che non dà pace a quanti lo conoscevano e stimavano, nella speranza si faccia piena luce sul misterioso decesso.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM