5 Febbraio 2023

60enne fa il vaccino e dopo due giorni muore

Correlati

Un dipendente comunale di 60 anni, Gino Giuseppe Di Martino, è morto in Sicilia pochi giorni dopo la somministrazione del vaccino. L’uomo, originario di Santa Caterina Villarmosa, nel nisseno, ha avvertito un malore improvviso nella sua campagna ed è deceduto.

Alcuni giorni fa, scrivono i media locali, Di Martino si era sottoposto alla prima dose del vaccino Astrazeneca. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli operatori del 118 con l’elisoccorso. A nulla sono valsi i soccorsi.

Sono stati i familiari a segnalare ai carabinieri che l’uomo aveva fatto il vaccino 48 ore prima. Informata la procura di Caltanissetta, il pm di turno ha disposto il sequestro della salma per il successivo esame autoptico.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Qatargate: Cozzolino avrebbe preso soldi. Revocata immunità per lui e Tarabella

I pubblici ministeri federali belgi sospettano l'eurodeputato italiano Andrea Cozzolino (PD) di aver preso denaro in cambio del blocco...

DALLA CALABRIA

Frontale nella Galleria della “Crocetta”, sulla Paola-Crotone. 3 feriti di cui uno grave

Un brutto incidente stradale è avvenuto nel pomeriggio all'interno della Galleria della "Crocetta", sulla statale 107 Paola-Crotone. Ad esse...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER