E’ morto il fondatore di Emergency Gino Strada

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Gino Strada (Ansa)

E’ morto all’età di 73 anni Gino Strada, fondatore di Emergency, organizzazione umanitaria attiva in molti paesi caldi dove imperversano guerre, dall’Afghanistan alla Siria, dalla Libia sino all’Iraq, per citarne alcuni.

Il suo decesso è avvenuto per cause ancora da chiarire, ma essendo un medico Gino Strada si sarebbe anche lui sottoposto alla somministrazione del vaccino sperimentale, dal governo reso obbligatorio per i tutti sanitari.

Strada non era un “No Vax”, ma a favore delle vaccinazioni. Tempo fa in relazione ai sieri e ai suoi effetti collaterali bollò come una “grossa fesseria” che “i vaccini fanno male” e che “lo Stato dovrebbe renderli obbligatori per tutelare” la salute pubblica.

I sedicenti ‘professionisti dell’informazione’ non parlano naturalmente di questa circostanza, ma di morte improvvisa dovuta a problemi cardiaci, che pure potevano esserci, ma che “non c’è alcun nesso o complicazione con il vaccino”, come in tanti altri casi. Del resto, mai mettere in dubbio la sicurezza e l’efficacia dei vaccini sperimentali, è il loro mantra.

Nonostante i dati ufficiali dell’Ue parlano di quasi 18mila morti correlati direttamente al vaccino e oltre un milione e 700 mila effetti avversi, di cui almeno il 50% gravi. Dato enormemente sottostimato, dal momento che non tutti gli eventi negativi e i decessi, a decine di migliaia da gennaio a oggi, vengono segnalati ai sistemi di farmacovigilanza delle agenzie come Ema e Aifa.

“La notizia ci ha colto tutti di sorpresa, lasciateci riprendere dal dolore”, è il primo commento della presidente di Emergency, Rossella Miccio.

“Amici, il mio papà Gino Strada non c’è più. Io vi abbraccio ma non posso rispondere ai vostri tanti messaggi (grazie), perché sono qui: dove abbiamo appena fatto un soccorso e salvato vite”. È quello che mi hanno insegnato lui e la mia mamma. Abbracci forti a tutte e tutti”: così in un tweet Cecilia Strada, la figlia del fondatore di Emergency citata dalle agenzie.

Gino Strada è stato nei mesi scorsi in pectore per essere nominato Commissario straordinario della Sanità in Calabria. Il suo nome fu poi silurato dalla stessa politica che oggi, esprimendo il proprio cordoglio per la sua scomparsa, piange lacrime di coccodrillo.

Dino Granata

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM