27 Gennaio 2022

“Malori improvvisi” e la gente muore come mosche. Ecco alcuni decessi sospetti

Tre donne di 28, 43 e 53 anni, di Latina, Pordenone e Alzano Lombardo, sono decedute in seguito a malori fulminanti. Tutte coincidenze?

Stessa categoria

E’ morta all’eta di 43 anni Romina De Angelis, ex giocatrice di pallavolo e fisioterapista di Latina. La donna è deceduta per un malore improvviso mentre giocava a Padel con gli amici. E la città, sconvolta, piange una tra le sue più apprezzate sportive.

A darne notizia è il ‘Messaggero’, secondo cui la 43enne si è accasciata a terra in campo ed è morta nonostante i tempestivi soccorsi di chi era presente. Secondo le prime informazioni, a stroncarla sarebbe stato un aneurisma mentre si trovava in un centro sportivo della periferia della città laziale.

All’arrivo del 118, i sanitari non hanno potuto far altro che constatare l’avvenuto decesso. Del caso si stanno occupando i carabinieri di Borgo Sabotino, intervenuti sul posto. Le cause del malore, che fa effettivamente insospettire, sono da accertare.

Un altro malore improvviso giovedì scorso a Pordenone ha causato il decesso Christiana Camilot, 53 anni, che poche ore prima era a stata a cena con un’amica. A stroncare la vita della signora un altro malore improvviso. Aveva detto: “Mi sento un pò stanca e ho caldo”. A trovare il cadavere della donna, come riporta Leggo, è stato il figlio, nella sua casa a Pordenone. Inutile la tempestiva chiamata dei soccorsi. La donna aveva tre figli.

“È stato un dolore fortissimo – ha spiegato al quotidiano locale Il Gazzettino Silvia Santarossa, l’amica che aveva visto per ultima la Camilot, a cena -. Non ce lo saremo mai aspettato. La sera prima era allegra e come al solito un vulcano di idee e progetti. A fine serata mi aveva detto di essere un po’ stanca e di sentire caldo. Ci siamo abbracciate e date appuntamento per i giorni successivi. È stata importantissima per la mia vita, non solo per avermi presentato il mio attuale marito, ma anche per com’era lei”. Forse proprio quelle sensazioni fisiche erano l’avvisaglia, non facile da decifrare, del malore che la stava per colpire in maniera fatale.

Sulla pagina fb di “Fidelity Donna” c’è chi avanza dubbi e sospetti su tutti questi malori improvvisi a causa dei quali stanno morendo tante persone in giovane età. Marianna, ad esempio, tra i tanti commenti dice: “O sono pazza io ma stanno morendo molte persone all’improvviso Qui c’è qualcosa che non quadra e nessuno ne parla”. Un’altra utente, Linda, scrive: “Quando sono vaccinati scrivono malore improvviso quando nn sono vaccinati lo specificano perfettamente”, dice riferendosi ai media mainstream.

Sempre nei giorni scorsi è morta a 28 anni Dalila Bianchi e per fare luce sul suo decesso la Procura di Bergamo ha aperto un fascicolo. La ragazza è deceduta all’improvviso ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, nel giro di poche ore.

Domenica 21 novembre racconta Libero, aveva la febbre alta e un forte mal di testa e lunedì mattina si è presentata all’ospedale del paese dove, dopo gli esami, era stata dimessa con la diagnosi di infezione alle vie urinarie. Nella notte però le sue condizioni si sono aggravate e la ragazza è morta.

Tra le ipotesi del decesso un aneurisma cerebrale o una embolia polmonare. La ventottenne non aveva alcun problema di salute. Anche per questo oggi la Procura ha aperto un fascicolo.

Riporta BresciaToday che Dalila viveva a Nese e lavorava come barista insieme alle due sorelle al bar Enjoy. Era appassionata di pallavolo e di calcio e andava spesso allo stadio a tifare per la Juventus. Distrutti dal dolore la mamma Monica, papà Bruno, le sorelle Roberta, Valeria e Patrizia e i cinque nipoti. Ora toccherà alla magistratura fare luce sulla sua morte.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Licata, uccide 4 familiari tra cui due nipotini, poi tenta il suicidio

La strage sarebbe stata originata da una lite in famiglia per motivi di interesse legati alla suddivisione di alcuni terreni dove coltivano carciofi

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER