30 Novembre 2022

Paura nelle Marche, terremoto di magnitudo 5.5. Avvertite molte scosse

La scossa più forte, di magnitudo 5.7, (poi rivista a 5.5), si è verificata al largo della costa marchigiano-pesarese, seguita da una di 4 e altre superiori a 3.5. Scuole chiuse in varie città della regione, ferma la linea ferroviaria adriatica. Danni e crepe alle pareti, gente in strada. Il sisma avvertito anche a Roma

Correlati

Torna la paura nelle Marche dopo una serie di forti scosse di terremoto, con la più potente delle quali è stata di magnitudo 5.5, e altre di 4 e superiori a 3.5.

Uno sciame sismico con almeno una ventina di repliche che ha provocato timore nel pesarese al punto che molti cittadini sono scesi in strada. La scossa principale, in un primo momento classificata a 5.7 dalla sala sismica dell’Ingv, è stata registrata alle 7:07 di stamane con epicentro in mare a 8 km di profondità a oltre una trentina di chilometri da Pesaro, seguita dopo qualche minuto da una di magnitudo 4 e poi altre di 3.8, 3,7. Altre scosse sono di natura strumentale.

Quella principale è stata avvertita in quasi tutto il centro nord e anche a Roma. Protezione civile in allerta. Al momento non si registrano danni a persone. Si stanno svolgendo le verifiche sulle strutture per capire se vi siano crepe di rilievo.

Le scuole in tutto il territorio pesarese e in altri centri sono state chiuse, anche la ferrovia adriatica è ferma. Il sisma, fa sapere Enac, non ha danneggiato scali aeroportuali come quello di Ancona. In qualche istituto scolastico sono caduti calcinacci sui banchi.

La scossa, fa sapere l’Ingv, è stata localizzata in mare a 31 Km a NE di Fano (60888 abitanti); 35 Km a E di Pesaro (94582 abitanti); 47 Km a NW di Ancona (100861 abitanti); 61 Km a E di Rimini (147750 abitanti) e a 87 Km a E di Cesena (96758 abitanti).

Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il dipartimento della Protezione civile e con il presidente della regione Marche per seguire l’evoluzione della situazione a seguito del terremoto avvenuto questa mattina al largo della costa marchigiana. E’ quanto scritto in una nota diffusa da Palazzo Chigi.

Sindaco di Pesaro: “Stiamo facendo controlli”

“Stiamo facendo controlli, molta gente è in strada e al momento non risultano danni ingenti però stiamo facendo tutti i controlli possibili su tutti gli edifici pubblici. Le scuole sono state chiuse in maniera precauzionale. C’è stato grande spavento perchè la botta è stata forte e quindi temiamo conseguenze”, racconta all’Ansa il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.

GENTE IN STRADA, PAURA E DANNI

Subito dopo la prima scossa la gente si è riversata in strada. Le sale operative hanno ricevuto “oltre 1200 telefonate, continua il monitoraggio della situazione sul territorio”, ha detto il governatore delle Marche Francesco Acquaroli. “Al momento non risultano danni gravi, sono in corso sopralluoghi”, ha aggiunto.

Ai vigili del fuoco sono giunte segnalazioni di crepe e fessurazioni nelle pareti di abitazioni. A Palazzo delle Marche, sede dell’Assemblea legislativa, sono caduti alcuni frammenti di intonaco negli uffici.

Al Pronto soccorso dell’ospedale regionale di Ancona sono stati una decina gli accessi per persone rimaste ferite nei momenti di fibrillazione, agitazione e paura: non si tratta di feriti in crolli ma di traumi minori su persone che stavano scappando dopo le scosse o di crisi di panico.

Ecco la propagazione onde sismiche del terremoto Mw 5.5 – 9/11/2022 – Costa Marchigiana Pesarese (Ingv)

SCUOLE CHIUSE

In diverse città delle Marche sono state precauzionalmente sospese le lezioni scolastiche e universitarie. In particolare a Fano, Pesaro, Senigallia e Ancona scuole chiuse le scuole di ogni ordine e grado. Anche l’Università resta chiusa.

TRENI FERMI AD ANCONA E RIMINI

E’ prevista per le 12:00 la riattivazione della circolazione dei treni lungo le linee interessate dalle scosse di terremoto di stamane: l’Adriatica tra Rimini e Varano, l’Ancona-Roma, tra Falconara e Jesi, e la Rimini-Ravenna, tra Gatteo e Cesenatico, Lo fa sapere Trenitalia. Dalle 8:05 tutti i treni precedentemente fermi in linea sono stati ricevuti nelle Località di Servizio adiacenti. Le ricognizioni sono ancora in corso a cura dei tecnici del servizio lavori.

SISMA AVVERTITO IN TUTTA L’ITALIA CENTRO-SETTENTRIONALE

Il sisma è stato avvertito distintamente in quasi tutta l’Italia centro settentrionale. A Bologna e in Romagna la scossa è stata sentita specialmente ai piani alti delle case. Diverse segnalazioni oltre che da Bologna anche da Rimini, Ravenna, Cesena. Il sisma è stato avvertito anche in Umbria e nel Lazio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Falso in bilancio, si dimette l’intero Cda della Juventus

Dopo dodici anni lascia anche il presidente Andrea Agnelli. Gianluca Ferrero sarà il nuovo presidente. Alla base della decisione il coinvolgimento nell'indagine Prisma per falso in bilancio e dalle contestazioni della Consob

DALLA CALABRIA

Maltempo, grossa frana a Maratea, chiusa la statale 18

Una "grande frana" - con detriti e massi che hanno raggiunto il mare sottostante - si è staccata stamani,...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER