5 Febbraio 2023

E’ MORTO PAPA BENEDETTO XVI

"Con dolore informo che il Papa Emerito, Benedetto XVI, è deceduto oggi alle ore 9:34, nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano", ha dichiarato il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. Joseph Ratzinger aveva 95 anni

Correlati

E’ morto Benedetto XVI. Aveva 95 anni. “Con dolore informo che il Papa Emerito, Benedetto XVI, è deceduto oggi alle ore 9:34, nel Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano”, ha dichiarato il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. “Non appena possibile seguiranno ulteriori informazioni”, ha aggiunto. Dalla mattina di lunedì 2 gennaio 2023, il corpo del Papa Emerito Benedetto XVI sarà nella Basilica di San Pietro in Vaticano per il saluto dei fedeli”, riferisce la Sala stampa vaticana. Le condizioni di salute del Papa emerito si erano aggravate negli ultimi giorni. Il mondo Cristiano e Cattolico è in lutto. I funerali si terranno il 5 gennaio 2023 in Piazza San Pietro e saranno celebrati da papa Francesco.

Nato in Germania nel 1927 con il nome di Joseph Ratzinger, salì al Soglio Pontificio il 19 aprile 2005 dopo la morte del Pontefice polacco Giovanni Paolo II, di cui Ratzinger fu stretto collaboratore. Dopo l’elezione scelse il nome di Benedetto XVI.

Dopo qualche anno di pontificato, il papa “teologo” si dimise a sorpresa l’11 febbraio del 2013 motivando che non riusciva più a reggere il “peso” del ruolo di cui fu incaricato nel conclave, e perché “affaticato dall’età”, almeno questa la versione ufficiale…

In duemila anni ci fu un solo precedente di un papa che si dimise: il primo con Celestino V, il pontefice molisano eletto nel 1294 e dimessosi cinque mesi dopo. Dopo l’elezione dell’argentino Jorge Mario Bergoglio il 13 marzo 2013, nome Papa Francesco, in Vaticano ci sono stati due papi, uno ufficiale, Francesco appunto, l’altro, Ratzinger, “emerito”, il cui titolo era comunque rimasto sempre “Sua Santità”.

Sarà Papa Francesco a celebrare i funerali, il 5 gennaio. La salma sarà esposta nella Basilica di San Pietro per la venerazione dei fedeli.

Nella storia bimillenaria della Chiesa Cattolica non è mai accaduto prima che le esequie di un Papa fossero celebrate dal suo successore.

Ecco la lettera integrale delle dimissioni del 10 febbraio 2013 e annunciate al Concistoro il giorno dopo.

“Carissimi Fratelli,
vi ho convocati a questo Concistoro non solo per le tre canonizzazioni, ma anche per comunicarvi una decisione di grande importanza per la vita della Chiesa. Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino. Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato. Per questo, ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l’elezione del nuovo Sommo Pontefice. Carissimi Fratelli, vi ringrazio di vero cuore per tutto l’amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti. Ora, affidiamo la Santa Chiesa alla cura del suo Sommo Pastore, Nostro Signore Gesù Cristo, e imploriamo la sua santa Madre Maria, affinché assista con la sua bontà materna i Padri Cardinali nell’eleggere il nuovo Sommo Pontefice. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio.
Papa Benedetto XVI”.

Leggi anche

IL PAPA SI E’ DIMESSO. IN 2000 ANNI UN SOLO PRECEDENTE: CELESTINO V. RATZINGER, L’UOMO “RICATTATO” DAGLI SCANDALI

Venti di guerra in Vaticano per la successione a Benedetto XVI, il Papa costretto alle dimissioni da veleni, “infiltrati e poteri oscuri”

Eletto Papa Francesco, il gesuita argentino che avrà il compito di traghettare la Chiesa sulla Terza Via

Mons. Viganò: “Bergoglio è il liquidatore della Chiesa Cattolica”


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Qatargate: Cozzolino avrebbe preso soldi. Revocata immunità per lui e Tarabella

I pubblici ministeri federali belgi sospettano l'eurodeputato italiano Andrea Cozzolino (PD) di aver preso denaro in cambio del blocco...

DALLA CALABRIA

Frontale nella Galleria della “Crocetta”, sulla Paola-Crotone. 3 feriti di cui uno grave

Un brutto incidente stradale è avvenuto nel pomeriggio all'interno della Galleria della "Crocetta", sulla statale 107 Paola-Crotone. Ad esse...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER