16 Aprile 2024

Qatargate, legale Kaili: “Sue condizioni in cella sono difficili”. Ricusato il giudice istruttore

L'avvocato dell'ex vice presidente del'Eurocamera: "Il suo posto non è il carcere, deve stare a casa con la figlia di ventiquattro mesi. Chiediamo il braccialetto elettronico". Intanto Tarabella fa ricusare il giudice Michael Claise per "legittimo sospetto". Rinviate le udienze in attesa di un sostituto

Correlati

“Le condizioni di detenzione di Eva Kaili sono difficili, il suo posto non è il carcere di Haren, deve stare a casa con la figlia di ventiquattro mesi”.

Lo ha detto l’avvocato Sven Mary parlando con la stampa a margine dell’udienza sul riesame della custodia cautelare dell’ex vicepresidente del Parlamento europeo in carcere dal 9 dicembre
scorso nell’ambito dell’inchiesta belga sul Qatargate.

“Chiederemo la scarcerazione oppure che venga disposto per lei un regime di sorveglianza elettronica”, ha aggiunto.

La squadra legale dell’eurodeputato Marc Tarabella, arrestato (con Andrea Cozzolino) sabato scorso nell’ambito dell’inchiesta Qatargate, ha proposto intanto un’istanza di ricusazione nei confronti del giudice istruttore Michael Claise “per legittimo sospetto”.

Lo annuncia l’avvocato Maxim Toeller prima dell’inizio dell’udienza per la convalida della detenzione del politico belga. “Secondo il codice giudiziario, ‘ogni giudice può essere impugnato se vi è un legittimo sospetto’. E sospetti legittimi ci sono: a più riprese abbiamo potuto interrogarci sul rispetto della presunzione di innocenza”, evidenzia il legale.

Le udienze previste oggi alla Camera di consiglio del tribunale di Bruxelles per la convalida della custodia cautelare di Eva Kaili, Marc Tarabella e Antonio Panzeri nell’ambito del Qatargate sono state quindi sospese in attesa del sostituto di Claise. “Claise oggi non può essere presente perché c’è una richiesta di ricusazione e – ha spiegato Sven Mary – significa che il giudice non può più svolgere la sua funzione fino a quando la Corte d’appello non si esprimerà sulla richiesta o egli stesso deciderà di lasciare il caso”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)