Migranti, Giorgio Squinzi: "La priorità è dare lavoro agli italiani"

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi
Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

“In questo momento non è l’immigrazione che può risolvere i nostri problemi. Abbiamo bisogno innanzi tutto di ridare lavoro agli italiani”. E’ quanto sostiene il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

“Sarà una visione un po’ egoista – aggiunge il capo degli industriali – ma cominciamo a ridare un futuro ai nostri giovani”.

Secondo Squinzi, gli immigrati non rappresentano una risorsa perché “mi sembra di capire che la maggior parte ha come come destinazione finale altri paesi”.

Il presidente di Confindustria, a margine della presentazione della fondazione E4Impact, ricorda che in Italia “abbiamo una disoccupazione al 13% e quella giovanile è al 40%”. Ad ogni modo, “l’immigrazione alla lunga è sempre un fenomeno positivo. Ma – ribadisce – l’obiettivo di chi viene in Italia è, per la maggioranza, andare in altri paesi”.

Le stime del governo di una crescita dello 0,9% nel 2015 “sono dati statistici, per forza sono credibili. Poi possiamo discutere se ci basta una crescita dell’uno per cento”, sostiene ancora Squinzi, sottolineando che “dobbiamo prendere atto che il clima sta cambiando”. “Dopo tredici trimestri negativi, gli ultimi due sono stati positivi e riteniamo lo saranno anche i prossimi”, conclude Squinzi.