13 Aprile 2024

Disastro Germanwings, “Recupero complesso”. Danneggiata la scatola nera

Correlati

Operazione di ricerca sul luogo del disastro A320Attese oggi le prime risposte sulle cause dello schianto sulle alpi francesi dell’Airbus della GermanWings, costato la vita a 150 persone: prevista una conferenza stampa sul ritrovamento di una delle scatole nere, che risulta però danneggiata. Tuttavia, riferiscono le autorità, il recupero dei dati è possibile.

Sul luogo della tragedia arriveranno intanto oggi Hollande, Merkel e Rayoj per Francia, Germania e Spagna. Oltre a cittadini turchi, non si escludono anche vittime britanniche. Ieri sera le condoglianze di Obama.

Sono riprese alle prime luci del giorno le operazioni sul massiccio dei Trois-Eveches, in Alta Provenza, sulle Alpi francesi al confine con l’Italia, dove ieri si è schiantato l’Airbus A320. Recuperata una delle scatole nere dell’aereo, soccorritori e forze dell’ordine sono impegnate ora nel difficile recupero di indizi che possano far luce sulle cause della tragedia.

Un soccorritore vicino ai resti del Germanwings
Soccorritore vicino ai resti del Germanwings

Nonostante il buio e le precipitazioni della notte, in quota è rimasta anche una squadra specializzata nell’individuazione delle vittime dell’incidente. In giornata è atteso l’arrivo al campo base di Syene-Les-Alpes del presidente francese Francois Hollande, che accoglierà la cancelliera tedesca Angela Merkel e il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy.

La prima scatole “nera” del volo A320 della compagnia Germanwings ritrovata a marzo

Sette investigatori della Bea – Bureau francese di analisi per la sicurezza dell’aviazione civile – accompagnati da consulenti tecnici della Germanwings, del Cfm International, e dell’agenzia Bfu, omologa tedesca del Bea, si sono recati sul luogo dell’incidente per una prima analisi sul disastro.

Terranno nel pomeriggio una conferenza stampa a Parigi. Gli inquirenti hanno ritrovato ieri una prima scatola nera, risultata danneggiata, che dovrebbe contenere le conversazioni dei piloti all’interno della cabina di pilotaggio.

Black box in the plane
Le scatole “nere” si trovnoa nella parte posteriore dell’aereo

 

Un team di soccorritori è alla ricerca del secondo box arancione (Flight data recorder). Nelle scatole nere (in realtà sono arancioni) vengono registrati tutti i dati del viaggio, dal decollo all’atterraggio, riferiti all’altitudine, la velocità, colloqui in cabina, i contatti con la torre di controllo e tantissime altre preziose informazioni.

La tragedia del volo Barcellona-Düsseldorf si è consumata in alta montagna, tra Digne-Les-Bains e Barcellonette in una zona impervia, accessibile solo a piedi o con l’ausilio degli elicotteri.

In quella che è una delle peggiori catastrofi aeree della storia dell’aviazione civile europea i morti confermati sono 150 tra passeggeri e personale di bordo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)