13 Agosto 2022

Le Monde: "Il FN di Le Pen sotto accusa per finanziamento illecito"

Stessa categoria

Marine Le Pen ospite del  TF1 al programma « 20 heures » (Bruno Levy per "Le Monde")
Marine Le Pen ospite del  TF1 al programma « 20 heures » (Bruno Levy per “Le Monde”)

Il Front National finisce sotto accusa per finanziamento illecito e la presidente del partito, Marine Le Pen, finisce sotto inchiesta insieme a due stretti collaboratori e dirigenti del partito, David Rachline e Nicolas Bay. Lo scrive il quotidiano Le Monde che sarà in edicola nel pomeriggio.

“Andrò a difendermi, ovviamente, ma anche ad attaccare”: nello psicodramma familiare dei Le Pen è oggi l’anziano Jean-Marie – minacciato di espulsione dal Front National – a replicare alla figlia Marine, che ha annunciato ieri sera in un’intervista in diretta tv l’apertura di una procedura disciplinare nei suoi confronti.

Ieri sera, la presidente del FN, in diretta al tg delle 20 di TF1, ha annunciato la procedura disciplinare nei confronti del padre e fondatore del partito dopo le sue ripetute provocazioni di stile xenofobo e antisemita. Nell’ultima della serie, intervistato dal periodico di estrema destra Rivarol, aveva difeso il maresciallo Petain, capo della Francia collaborazionista con i nazisti.

“L’intervista della signora Le Pen – ha detto stamattina Jean-Marie alla radio RTL – mi lascia sbalordito. Non riesco a capire le cause delle sue azioni, le tappe della sua evoluzione. La signora Le Pen sta provocando l’esplosione, aveva la possibilità di avere risultati vincenti e si crea da sola un’enorme difficoltà con il fondatore del suo partito che, in più, è anche suo padre”.

L’appuntamento per decidere la sorte di Jean-Marie Le Pen – secondo quanto annunciato ieri sera dalla figlia – è ormai fissato per la riunione dell’ufficio esecutivo il 17 aprile. Attorno al tavolo, oltre al padre e alla figlia, saranno presenti i cinque vicepresidenti del Front, il tesoriere e il segretario generale.

Marine Le Pen ha annunciato di aver “avviato una procedura disciplinare nei confronti di Jean-Marie Le Pen. Sarà convocato dalle istanze competenti del partito. Dovrebbe – ha detto in diretta al telegiornale di TF1 – dimostrare saggezza e trarre le conseguenze del disagio provocato mettendo fine alla sue responsabilità politiche” lasciando intendere di auspicare le dimissioni del padre.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Bus per Medjugorje sbanda ed è strage, morti 12 pellegrini polacchi

Un bus polacco si stava recando per un pellegrinaggio da Varsavia a Medjugorje. Sabato mattina è uscito fuori strada. Le vittime potrebbero essere di più. Feriti gravi. Tra le ipotesi un probabile colpo di sonno dell'autista

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER