26 Settembre 2022

GB: ricatti e truffe a imprese su Wikipedia. Chiusi 400 account di "redattori canaglia"

Correlati

WikipediaLONDRA – Centinaia di piccole imprese britanniche e celebrità minori sono stati presi di mira con un sofisticato sistema di truffe e ricatti orchestrato da “redattori canaglia” su Wikipedia, la libera enciclopedia più grande del web nata nel 2001 e presente nel mondo in 13 lingue. La notizia è stata diffusa da giornale inglese “The Independent”.

L’enciclopedia online, con server a San Francisco, California, ha preso provvedimenti contro quello che è stato descritto come un “gruppo coordinato” di truffatori, bloccando 381 account e sospendendo 210 articoli che erano artefatti dal “team” di truffatori che per aggiornare le pagine ad hoc pretendevano centinaia di sterline.

Il giro di vite – scrive il quotidiano britannico – è giunto al culmine di un’indagine di due mesi condotta da Wikipedia e soprannominata “Orangemoody”, dopo che il primo profilo sospetto è stato individuato all’inizio di quest’anno. Le vittime, che vanno da un fotografo di matrimoni del Dorset ad un negozio di gioielleria a Shoreditch, zona est di Londra, hanno ricevuto richieste di centinaia di sterline per “proteggere” o aggiornare le loro pagine Wikipedia consultabili per il loro business.

Wikipedia fondata nel 2001 e finanziata solo dagli utenti, secondo “The Independent” utilizza un team di più di 250mila persone per proteggere l’autenticità del proprio contenuto.

Tuttavia la truffa ha evidenziato la debolezza dell’indipendenza del sito web la cui “invulnerabilità” è spesso a rischio anche in altri paesi in cui non sono state avviate indagini. In Italia, un po’ al contrario, fioccano invece le pagine di celebrità, imprese e politici (di scarsissimo peso) spesso con contenuti fittizi o non rimandati ad alcuna fonte autorevole.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Russia-Ucraina, Putin mobilita l’esercito: “L’Occidente ha superato i limiti di aggressione”

Spirano venti di guerra globale. Chiamati 300mila riservisti. Il presidente della federazione russa avverte: "L'Occidente ha deciso per la minaccia nucleare contro di noi. Io dico all'Occidente (e alla NATO): "Abbiamo parecchie armi per rispondere. Non è un bluff". Intanto è stato indetto un Referendum per l'indipendenza del Donbass

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER