15 Agosto 2022

Gaza, sale la tensione con Israele. 5 palestinesi morti

Stessa categoria

Agenti della polizia israeliana sul luogo dell'agguato, dove quattro arabi sono stati accoltellati oggi a Dimona, Neghev - Gaza - Palestina -Israele - Gerusalemme
Agenti della polizia israeliana sul luogo dell’agguato, dove quattro arabi sono stati accoltellati oggi a Dimona, Neghev

Sarebbe di 5 morti e circa 20 feriti tra i palestinesi, il bilancio degli scontri in corso con l’esercito israeliano a ridosso della barriera difensiva con Gaza, nei pressi del kibbutz di Nahal Oz. Lo riferisce l’agenzia Maan che cita fonti mediche locali. Per ora nessuna conferma da parte di Israele.

l leader di Hamas a Gaza Ismail Haniyeh si è appellato oggi per “un rafforzamento dell’Intifada, unica strada che può condurre alla liberazione”. “Gaza si unirà all’Intifada per Gerusalemme”, ha detto, secondo i media, in un intervento durante la preghiera del venerdì nella moschea di Gaza City.

L’attentato a Dimona – Sono quattro gli arabi accoltellati presumibilmente dallo stesso assalitore. Lo ha detto la polizia israeliana secondo cui si tratta in apparenza di un attacco ”nazionalistico” di un abitante di Dimona in ritorsione agli attacchi palestinesi dei giorni scorsi. Gli aggrediti sono un netturbino e tre muratori. Secondo i media le condizioni di due dei quattro arabi assaliti oggi sono da moderate a serie, mentre per gli altri due si parla solo di ferite leggere. Tutti e quattro sono ricoverati nell’ospedale di Dimona. Due degli aggrediti sono beduini cittadini di Israele, gli altri due sono invece palestinesi che lavoravano nell’edilizia.

Attentato a un ragazzo a Gerusalemme – Un israeliano di 14 annié stato accoltellato oggi in un quartiere ebraico di Gerusalemme in quello che sembra un “attentato”. Lo dicono i media secondo cui le condizioni del ragazzo non sarebbero gravi. La polizia sta indagando sulla dinamica. Secondo i media, l’aggressore sarebbe stato “neutralizzato”.

Intanto la polizia israeliana ha reso noto che è morto il palestinese responsabile dell’aggressione ad una agente nella colonia ebraica di Kiryat Arba (Hebron) che era stato colpito dalla reazione della polizia. Nel frattempo, aggiorna radio Gerusalemme, gruppi di coloni stanno cercando di raggiungere Hebron, ma l’esercito israeliano è finora riuscito a sbarrare loro la strada.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Auto finisce in un canale, morti 4 giovanissimi

Tragedia alle porte di Treviso. Per cause in corso di accertamento il veicolo è sbandato finendo in un canale di scolo

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER