26 Settembre 2022

Panico a Parigi. Fuggi fuggi dopo esplosioni, ma erano petardi. VIDEO DELLA FUGA

Correlati

Piazza della Bastiglia a Parigi dove sarebbe avvenuta esplosione
Piazza della Bastiglia a Parigi dove sarebbe avvenuta l’esplosione dei petardi

E’ ancora paura a Parigi. Due forti esplosioni sarebbero state avvertite nei pressi della Bastiglia, a Parigi. La folla che era radunata in piazza appena ha udito l’esplosione è scappata. Si scoprirà poi erano “falsi allarmi”. Petardi lanciati da qualche incauto in un momento molto particolare per i francesi. Ormai è psicosi nella capitale.

Qualcuno ha udito un’esplosione nel quartiere del Marais, nei pressi della rue des Rosiers, il cuore del quartiere ebraico nella capitale francese.

Un’altra esplosione sarebbe stata udita in un’altra zona della città, a place de la Republique, durante l’omaggio alle vittime di due giorni fa, con migliaia di persone presenti.

Al Carillon, durante la preghiera, come si vede nel video sotto, la gente all’improvviso è cominciata a correre e a gridare. La polizia ha evacuato la piazza, qualcuno avrebbe udito anche degli spari. E’ un fuggi fuggi caotico. Anche qui erano falsi allarmi.

C’è tuttavia qualcosa di inquietante e deve destare attenzione. La mattina degli attentati sono stati lanciati due allarmi bomba da anonimi. L’hotel dove alloggiava la nazionale tedesca, che doveva giocare la sera con la Francia, era stato evacuato. Si rivelarono falsi. Ma ai falsi allarmi, a distanza di poche ore è seguita  la carneficina dei terroristi islamici dell’Isis. E’ comunque psicosi.

La Bastiglia, simbolo della Rivoluzione Francese, si trova in piazza della Bastiglia, nel centro di Parigi.

VIDEO DELLA FUGA DOPO “ESPLOSIONE”
[brid video=”20063″ player=”3867″ title=”Panico a Parigi fuggi fuggi dopo esplosioni”]


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Russia-Ucraina, Putin mobilita l’esercito: “L’Occidente ha superato i limiti di aggressione”

Spirano venti di guerra globale. Chiamati 300mila riservisti. Il presidente della federazione russa avverte: "L'Occidente ha deciso per la minaccia nucleare contro di noi. Io dico all'Occidente (e alla NATO): "Abbiamo parecchie armi per rispondere. Non è un bluff". Intanto è stato indetto un Referendum per l'indipendenza del Donbass

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER