Parigi, blitz a Saint-Denis. 2 jihadisti morti e arresti. VIDEO

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Parigi, a Saint-Denis è caccia a Abdelhamid Abaaoud
Parigi, a Saint-Denis è caccia a Abdelhamid Abaaoud

E’ terminato il blitz delle forze speciali francesi a Saint-Denis dove era stato individuato un covo di terroristi jihadisti. Sarebbero almeno due i morti tra loro, due agenti feriti e sette arresti.  I jihadisti erano asserragliati con le armi in pugno. Ancora nessuna traccia della presunta mente degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, il belga che si ritiene abbia coordinato gli attacchi simultanei di venerdi sera nella capitale francese. Secondo un sito belga, il terrorista sarebbe morto.

L’operazione nel sobborgo del nord della capitale grazie a un cellulare dei kamikaze trovato in un cestino davanti al teatro Bataclan che ha localizzato il covo dei terroristi che, stando ad alcuni sms sul telefonino ritrovato, avrebbero  progettato un attentato alla Defense, la zona dove sono concentrati molti uffici nella capitale francese.

Il blitz è scattato alle 4 e 20 di mercoledì mattina ed è terminato alle 11.30. Imponente lo schieramento delle forze speciali di Polizia intervenuta a 800 metri dallo Stade de France, dove una donna kamikaze ha azionato la propria cintura esplosiva e si è fatta saltare, secondo la ricostruzione della procura. Almeno un altro terrorista sarebbe stato ucciso. Poi la reazione degli occupanti degli appartamenti, che per il loro numero (almeno 8) ha sorpreso le teste di cuoio e due agenti sono rimasti feriti. I fermati al momento sono sette, anche una donna, tre terroristi e quattro sospetti. Non se ne conoscono i nomi, quello che è certo è che Abaaoud, il cervello, non è fra loro. Nessun sospetto sarebbe in fuga.

La polizia ha chiuso il centro cittadino e chiesto a tutti di rimanere in casa. Tre in tutto i terroristi morti nell’assalto, tra cui la donna kamikaze che si è fatta esplodere vicino il covo, a meno di un chilometro dallo Stade de France

FOTO DEL BLITZ (FONTE: ANSA/AP/EPA)

Il primo ministro Manuel Valls e il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, sono entrati all’Eliseo per seguire insieme con il presidente Francois Hollande le notizie sullo svolgimento del blitz a Saint-Denis. Ogni auto diretta verso Parigi viene fermata e controllata da numerosi posti di blocco nel nord di Parigi.

I passeggeri e guidatori vengono invitati da poliziotti armati di mitra a scendere e ad aprire il bagagliaio della loro auto uno ad uno il che sta causando lunghissime file sulle vie d’accesso alla capitale. Pequisizioni e arresti nella notte.

BLITZ A SAINT-DENIS CHI E’ IL “CERVELLO” DELL’ATTACCO A PARIGI 

Abdelhamid Abaaoud, belga, 27 anni, conosciuto pure come Abu Umar Al Baljiki, originario del quartiere di Molenbeek a Bruxelles, è stato identificato come uno “dei boia più attivi dello Stato islamico”. Amico d’infanzia di Salah, altro super ricercato, è schedato in tutti gli archivi delle polizie del mondo per terrorismo. Sarebbe anche stato condannato in contumacia a 20 anni di carcere in un processo per il reclutamento di foreign fighters belgi in Siria. E a Raqqa avrebbe “costretto” ad andare anche suo fratello Younes, di soli 14 anni. Abdelhamid Abaaoud sarebbe colui che ha coordinato gli attacchi simultanei a Parigi.

VIDEO DEL BLITZ A SAINT-DENIS PARIGI

In Germania ieri è stata una giornata campale. La partita Germania Olanda ad Hannover è stata annullata e lo stadio fatto evacuare per un “rischio concreto di atttacchi”. Si è trattato di un allarme bomba. Poi non sono stati trovati ordigni ma la paura è stata tanta. In tribuna c’era la cancelliera Angela Merkel che è stata portata via dall’intelligence tedesca. Diversi sono stati gli arresti effettuati tra sospetti e fiancheggiatori jihadisti.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM